Crea sito

Quota 100 reddito e pensione di cittadinanza via libera del CdM alla Legge di bilancio 2019

Quota 100, reddito e pensione di cittadinanza: via libera del CdM alla Legge di bilancio 2019

Un progetto di politica economica: promesse mantenute e conti in ordine” questi i termini con cui il premier Conte, estremamente soddisfatto, ha dato notizia dell’avvenuta approvazione da parte del Consiglio dei Ministri, poco dopo le 22 delle 15 ottobre 2018, della Legge di bilancio 2019.
Il Ministro dell’Economia Tria ha enunciato i tre cardini principali della manovra:

  • No al previsto aumento dell’aliquota IVA;
  • Via al reddito e pensioni di cittadinanza e quota 100;
  • Attenzione alle piccole imprese.

Entro le 24 di oggi, il documento programmatico di Bilancio dovrà essere caricato sul portale della commissione Europea per iniziare il percorso che porterà, entro fine mese, alla promozione o alla bocciatura da parte di Bruxelles.

Misure per pensioni e lavoro
Sul fronte lavoro, la manovra prevede il promesso taglio alle pensioni d’oro sopra i 4.500 euro da cui il governo conta di recuperare un miliardo in tre anni. Un altro miliardo e trecento milioni verrà recuperato in un triennio dai fondi per l’immigrazione: oltre 500 milioni subito, a partire dal 2019. Via da febbraio, senza limiti né alcuna penalizzazione, alla tanto attesa quota 100 che consentira a quasi 400.000 italiani di andare in pensione, a patto di aver raggiunto almeno entrambi i due requisiti: 62 anni di età e 38 di contributi. L’obiettivo è quello di azzerare in toto la Legge Fornero e pervenire ad una quota 41 pura in favore dei lavoratori precoci.

Il Ministro del lavoro Di Maio ha definito la legge di bilancio un vero e proprio “contratto sociale”: “dai privilegi ai diritti dei cittadini, tagli agli sprechi e aiuti alle famiglie e ai lavoratori”.

Sostegno alle famiglie
Il Governo individua nel reddito di cittadinanza la misura utile a formare i cittadini che troveranno lavoro grazie al turnover consentito da quota 100. Si tratterà di una misura omogenea su tutto il territorio: sulla base delle previsioni, il 47% delle risorse sarà destinato centro nord, il resto al Sud. La misura partirà nei primi tre mesi del 2019.
Sul fronte degli ammortizzatori sociali in deroga, è confermata la proroga di Cigs e mobilità in deroga per ulteriori 12 mesi.

La quota 100 per le pensioni

Pensione di cittadinanza 2019 come e quanto?

(Visited 16 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.